I trasporti pubblici in Spagna

La Spagna è uno dei tanti paesi europei ove è presente su tutto il territorio una fitta rete di collegamenti per il trasporto pubblico per un bellimbusto.
I servizi di autobus sono gestiti sia da aziende pubbliche sia da quelle private, che monitorano ogni sorta di itinerario ( urbano, extraurbano, turistico ).
Gli autobus oltre che essere convenienti sulle distanze brevi, hanno dalla loro il vantaggio di poter fruire delle bellezze paesaggistiche del territorio. I servizi operano su ogni fascia della giornata ( solo nella capitale esistono 150 linee ).
A Barcellona gli autobus hanno una particolarità: quelli diurni sono rossi, quelli notturni gialli.
Anche le isole hanno una rete di trasporti ben fornita: da Maiorca coprono tutta l’area e a Minorca tre differenti compagnie gestiscono il tutto.
Nella zona dell’Andalusia sono presenti dei trasporti che si collegano perfino al Portogallo.

Ecco tutti i mezzi pubblici di cui è ricca la Spagna:
-rete metropolitana
-rete ferroviaria
-rete tramviaria
-rete stradale
-rete filoviaria
-autolinee

Paese cosmopolita con ritmi di vita frenetici ( soprattutto a Barcellona e a Madrid ) necessita la facilitazione degli spostamenti agli abitanti che devono percorrerlo per lavoro e ai turisti che in poco tempo potranno toccare vari siti di interesse generale.
Se prendiamo come esempio Barcellona ( seconda città spagnola per popolazione )vediamo che spostarsi è semplice ed economico grazie soprattutto ad una rete capillare di mezzi pubblici; ci sono biglietti che consentono spostamenti illimitati da due a cinque giorni e costano da undici a venticinque euro a seconda della durata.
La vera attrazione spagnola è la Teleferic de Montjuic: una rete teleferica di montagna con cabine panoramiche sospese che salgono sull’omonima collina in pochi minuti il cui costo del biglietto si aggira intorno ai sei euro.
A questo punto non resta che scegliere tra le varie opzioni e visitare questo incantevole paese.

This entry was posted in Spagna and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s