Rambla

La Rambla è il viale più grande che percorre la città di Barcellona collegando Plaza de Catalunya al porto antico, il luogo per eccellenza più frequentato dai turisti e più famoso al mondo per la sua movida.

Il termine arabo tradotto in italiano significa “Sabbia” e indica la tipologia della strada ricavata appunto da un corso d’acqua asciutto. All’apparenza sembra un viale infinito, dalla grandezza di un enorme centro commerciale ricco di negozi, bar e luoghi tipici del ritrovo dei giovani incorniciato da artisti di strada, venditori ambulanti e caratteristiche bancarelle. Situato appena al di fuori del quartiere gotico è costituita da tre corsie e suddivisa in cinque zone che percorrono un lungo tratto della città.

Notte e giorno si affollano turisti e abitanti di Barcellona in cerca di svago, molte attrazioni si possono ammirare lungo questo percorso:

IL MIRADOR DI COLOMBO: una colonna immensa con l’omonima statua dedicatagli i cui piedi misurano rispettivamente un metro e un metro e trenta centimetri; dall’alto dei suoi sessanta metri d’altezza indica la via verso l’America. Dalla sua cima si possono ammirare inoltre il parco Gotico e il porto.
LA RAMBLA DEL MAR: una splendida strada che percorre diversi luoghi turistici tra i quali il famoso centro commerciale “Mare magnum” . La particolarità di questo luogo sono i gabbiani, insediati per vivere in simbiosi con i turisti tanto da prendere da mangiare al volo da loro.
MUSEO DELLE CERE: situato in un palazzo all’inizio della rambla; i suoi personaggi sono i più disparati: da Lady Diana a Superman, da Salvador Dalì all’androide di Star wars.
MOSAICO DI MIRO’ SULLA RAMBLA : all’altezza del Teatro Liceu vicino alla fermata della metropolitana c’è un colorato mosaico che l’artista ha fatto in omaggio a questa splendida strada.

Queste sono alcune delle innumerevoli attrazioni che si possono ammirare in questo viale maestoso.

Posted in Spagna | Tagged , , , , | Leave a comment

La metro in Spagna

La rete metropolitana spagnola è presente nelle città di Madrid, Barcellona, Valencia, Bilbao, Siviglia e Palma di Majorca, ed è attualmente in costruzione a Granada.
La metro di Madrid, considerata una della più efficienti e moderne, è una tra le più lunghe d’Europa; con una estensione di oltre 300 km e 326 stazioni si colloca al secondo posto, dopo i 415 km della storica metropolitana di Londra, ed è la quinta al mondo dietro New York, Shangai, Tokyo e la già menzionata capitale inglese.

È composta da 12 linee principali, un collegamento (chiamato “Ramal”) tra le stazioni Principe Pio e Opera, e altre tre linee di metro leggero che connettono la città capitale ad alcuni comuni della provincia. La più affollata è la linea 6 (circolare) che ha visto passare oltre 120 milioni di passeggeri nel 2004; la sua importanza nasce dal fatto che collega il centro con la città universitaria, e indirettamente con l’aeroporto di Barajas.
Il primo tratto fu inaugurato nel 1919, aveva un’estensione di 3,5 km e 8 stazioni. Oggi è sicuramente il modo più comodo e veloce per girare la città madrilena, e opera tra le 6 del mattino e le 2 di notte.

La costruzione della metropolitana a Barcellona invece iniziò un anno dopo, e finì nel 1924. Oggi realizza un percorso totale di 113 km e conta 148 stazioni, alcune delle quali collegano con stazioni ferroviarie o con la funicolare.

Valencia possiede una rete metropolitana con 4 linee che coprono il centro storico e le periferie. Più grande è invece la rete a Bilbao, con 40 km di estensione e 38 stazioni di costruzione modernissima; viene servita tramite 2 linee che realizzano un percorso a forma di “Y”.

Soltanto una linea è attiva nelle città di Palma di Majorca dal 2007, e di Siviglia dal 2009, dove si progetta l’addizione di altre tre nei prossimi anni. La costruzione della metro a Granada è prevista per l’anno 2012 e avrà un’estensione di 15 km.

Posted in Spagna | Tagged , , , | Leave a comment

I trasporti pubblici in Spagna

La Spagna è uno dei tanti paesi europei ove è presente su tutto il territorio una fitta rete di collegamenti per il trasporto pubblico per un bellimbusto.
I servizi di autobus sono gestiti sia da aziende pubbliche sia da quelle private, che monitorano ogni sorta di itinerario ( urbano, extraurbano, turistico ).
Gli autobus oltre che essere convenienti sulle distanze brevi, hanno dalla loro il vantaggio di poter fruire delle bellezze paesaggistiche del territorio. I servizi operano su ogni fascia della giornata ( solo nella capitale esistono 150 linee ).
A Barcellona gli autobus hanno una particolarità: quelli diurni sono rossi, quelli notturni gialli.
Anche le isole hanno una rete di trasporti ben fornita: da Maiorca coprono tutta l’area e a Minorca tre differenti compagnie gestiscono il tutto.
Nella zona dell’Andalusia sono presenti dei trasporti che si collegano perfino al Portogallo.

Ecco tutti i mezzi pubblici di cui è ricca la Spagna:
-rete metropolitana
-rete ferroviaria
-rete tramviaria
-rete stradale
-rete filoviaria
-autolinee

Paese cosmopolita con ritmi di vita frenetici ( soprattutto a Barcellona e a Madrid ) necessita la facilitazione degli spostamenti agli abitanti che devono percorrerlo per lavoro e ai turisti che in poco tempo potranno toccare vari siti di interesse generale.
Se prendiamo come esempio Barcellona ( seconda città spagnola per popolazione )vediamo che spostarsi è semplice ed economico grazie soprattutto ad una rete capillare di mezzi pubblici; ci sono biglietti che consentono spostamenti illimitati da due a cinque giorni e costano da undici a venticinque euro a seconda della durata.
La vera attrazione spagnola è la Teleferic de Montjuic: una rete teleferica di montagna con cabine panoramiche sospese che salgono sull’omonima collina in pochi minuti il cui costo del biglietto si aggira intorno ai sei euro.
A questo punto non resta che scegliere tra le varie opzioni e visitare questo incantevole paese.

Posted in Spagna | Tagged , , | Leave a comment

Barcellona

Barcellona è la seconda città della Spagna per estensione e popolazione ed è situata sulla costa nord-orientale della Spagna. E’ la capitale della Catalogna, una regione autonoma ricca di storia e tradizione, e dotata di una propria lingua e di una propria cultura, che agli albori del regno di Spagna ha conteso alla Castiglia (la regione di Madrid) l’egemonia fra i regni spagnoli.

Il clima temperato che caratterizza le coste nord-occidentali del Mediterraneo fa sì che a Barcellona si potranno avere estati calde, ma con improvvise e talvolta abbondanti precipitazioni temporalesche, alternate ad inverni umidi, ma comunque miti e discretamente soleggiati.

Grazie al suo dinamismo economico-culturale, Barcellona è un crocevia di persone e culture, il che la rende una delle mete favorite dei giovani di tutta Europa.

Visitando Barcellona è possibile ripercorrere la sua storia millenaria attraverso i suoi numerosissimi monumenti, che vanno dai reperti romani situati sul Mons Taber, ai monumenti di epoca medievale, durante la quale il Regno di Catalogna e Aragona ha raggiunto l’apice del suo potere entrando anche in competizione con le repubbliche marinare italiane, ai più recenti edifici eretti secondo i dettami del modernismo catalano; tra i maggiori esempi di questa singolare corrente artistico-architettonica ricordiamo gli edifici del quartiere Eixample, ad esempio Casa Calvet, Casa Milà, Palazzo Guell, o gli edifici pubblici del Mercato di Boqueria e l’Hospital de la Santa Creu i Sant Pau, oltre alla stupefacente e celebre Sagrada Familia di Antoni Gaudì. Caratteristica, inoltre è anche La Rambla (o, in catalano, Les Rambles), viale che che unisce Plaça Catalunya e il porto antico; lungo questa strada, affollatissima a qualunque ora del giorno, è possibile trovare i negozi più disparati, oltre ad artisti di strada, ristoranti e caffetterie.

Numerosi sono anche i musei di fama internazionale, come la Fondazione Mirò, il Museo Pablo Picasso e il Museo Nazionale Catalano dell’Arte.

Anche i parchi di Barcellona, che sorgono sulla collina retrostante la città, costituiscono luoghi di notevole interesse, come il Parco Guell, progettato ancora da Gaudì, il vasto Parco della Collina del Montjuic e il Tibidabo, situato sulla cima della collina più alta, e dal quale si può ammirare i la catena montuosa dei Pirenei da un lato e la linea d’orizzonte del mar Mediterraneo dall’altro.

Posted in Spagna | Tagged , , , | 1 Comment